Skip to main content

Blog

16 Marzo 2020
Giovanni Villani
Architettura di un sito web

Alberatura di un sito web: come strutturare la navigazione

Quando si crea un nuovo sito web uno dei fattori più importanti è l’architettura dell’informazione, ovvero come organizzare il menu di navigazione ed i relativi contenuti. Si tratta di un elemento critico per il successo di un sito web perché i contenuti devono essere predisposti in una maniera intuitiva, coerente e soprattutto pratica.

Immaginate di entrare in un ospedale per fare una visita medica. Cosa succederebbe se l’ospedale non fornisse alcuna indicazione sulla posizione dei vari reparti? Potreste ritrovarvi nel reparto sbagliato, perdere tempo e addirittura non arrivare mai alla vostra destinazione. È necessario quindi un criterio di ordinamento. Lo scopo è l’organizzazione delle informazioni per fare in modo che gli utenti raggiungano in modo semplice la loro destinazione. Lo stesso principio vale per i siti web.

Come definire l’alberatura del sito web? Si tratta di un diagramma (struttura ad albero) che illustra come le pagine di un sito web vengono organizzate. Lo schema mostra che i contenuti vengono strutturati sulla base di una serie di criteri logici e gerarchici, evidenziando le relazioni tra i vari argomenti trattati del sito web.

alberatura di un sito web

 

Strutturare un sito web per utenti e motori di ricerca

Se l’utente cerca uno specifico prodotto, non dovrebbe sperimentare un senso di smarrimento, ma piuttosto trovare velocemente la soluzione al suo problema. Quando questo non avviene, la cercherà altrove, sul sito di qualcun altro. Ecco il primo problema da risolvere.

Questo ci permette di capire che un’alberatura del sito non efficace può facilmente compromettere il funzionamento di un sito web (ed anche i suoi effetti economici dal punto di vista di ordini, preventivi, ecc). Le esigenze degli utenti devono quindi essere poste al centro dell’attenzione nella panificazione della navigazione del sito. Ciò significa pensare dei percorsi specifici sulla base dei bisogni di chi naviga il nostro sito web.

Il secondo problema è rappresentato dai motori di ricerca. Google periodicamente scansiona il vostro sito web e cerca di capire quali siano i vostri prodotti o servizi e come siano organizzati. Quando un utente svolge una ricerca, Google tenta di offrire la migliore risposta possibile e quindi vuole capire di cosa tratta il vostro sito e come è strutturato, in modo da proporre i contenuti più utili all’utente.

Ad esempio, è necessario che tutti link del menu risultano funzionanti e non restituiscano errori 404 (pagina non trovata) oppure che le voci non siano confusionarie o duplicate. La struttura deve risultare semplice ed intuitiva. Ogni contenuto deve trovare il suo posto rispetto agli altri, all’interno di una struttura gerarchica. In tal modo il motore di ricerca è in grado di comprendere la vostra offerta e dare la giusta visibilità.

 

Come creare una struttura efficace

Per quanto questa operazione possa apparire semplice (agli occhi di una persona non esperta) non è affatto banale.

Innanzitutto è necessario capire quali prodotti e servizi sono economicamente più rilevanti per l’attività del cliente. Uno degli errori più frequenti è quello di mettere tutti i prodotti sullo stesso piano e disperdere le l’attenzione e le energie di chi visita il nostro sito web.

citazione - vendi qualcosa a qualcuno

È necessario ragionare sulle esigenze del cliente e tracciare un percorso semplice che risolva i dubbi o le obiezioni dell’utente e lo converta in un cliente. Tanto più il prodotto è importante, tanto più il percorso deve essere curato nei minimi particolari.

Quali step sono richiesti? Formuliamo una serie di domande, sforzandoci di trovare le giuste risposte:

  • Come vengono ricercati i miei servizi sul web? È utile compilare una ricerca delle parole chiave, per comprendere quali keywords possono portare maggiore traffico al sito.
  • Cosa può interferire con l’acquisto dei miei servizi? Partendo dai dubbi o dalle obiezioni più frequenti è utile rassicurare l’utente offrendo soluzioni ai problemi che eventualmente possono interferire.
  • Abbiamo spiegato bene il prodotto che vogliamo vendere? A volte c’è poco testo, a volte ci sono troppe o troppo poche immagini. È necessario trovare un equilibrio per migliorare l’esperienza di navigazione dell’utente.
  • Cosa deve fare l’utente alla fine del percorso di navigazione? A volte deve mettere il prodotto nel carrello, altre volte deve fare una telefonata, oppure compilare un preventivo. Facciamo in modo di chiarire cosa vogliamo ottenre e utilizziamo delle chiamate all’azione efficaci.
  • Quanti click sono necessari per completare il percorso? Se ho lavorato bene non serviranno più di 3 click per portare l’utente a cercare con contatto. Se il percorso diventa troppo lungo o troppo impegnativo potrei perdere per strada molti potenziali clienti

Questi sono solo alcuni dei quesiti che meritano attenzione. Un lavoro raffinato prevede che progressivamente il percorso sia modificato e migliorato, continuando a testare piccole modifiche e monitorando traffico e conversioni (contatti o vendite).

 

Strumenti utili

Quando si progetta un nuovo sito web è utile presentare una proposta che mostra come verranno strutturati i contenuti al potenziale cliente. Di seguito citiamo alcune risorse e tool utili per questo scopo.

DYNOMAPPER – È uno strumento interessante perché permette di creare mappe visive del sito web partendo da zero o generandole da un sito esistente (in pochi secondi). Si tratta di una risorsa online che prevede un abbonamento a pagamento, ma può essere usato gratuitamente per siti web che non superino le 100 pagine.

WRITEMAPS – Un' altro tool online che si fa notare. Lo strumento si rivela interessante sia per creare una struttura da zero, sia per generare una sitemap in formato XML o HTML. Anche in questo caso è necessario un abbonamento mensile, ma è disponibile un periodo di trial di 15 giorni che offre la creazione di tre strutture ad albero che possono contenere fino a 50 pagine.

 

Esistono poi degli strumenti che non nascono con l’idea di essere utilizzati esclusivamente per un sito web, ma che possono rivelarsi perfetti per le nostre esigenze. Mi riferisco ai software per creare mappe mentali.

GITMIND – Strumento super flessibile e gratuito che può essere impiegato in numerosissimi ambiti con template di ottima qualità. Nella sezione Flowchart potete trovare diagrammi perfetti per rappresentare l’architettura delle informazioni di un sito web. Di seguito posto una immagine di una struttura ad albero generata in circa 10 minuti, partendo da un template adattato alle mie esigenze. Il risultato è chiaro, semplice e più che sufficiente per trasmettere l’idea di quello che può fare senza troppe personalizzazioni.

GITMIND - Esempio diagramma struttura ad albero

XMIND – una soluzione pratica per chi si trova meglio a lavorare su Android. Per esempio proponendo una mappa del sito on-the-fly nel corso di un incontro con il cliente. È utile precisare che il Play Store offre molte soluzioni alternative di ottima qualità. XMind è gratuita, ma chi desidera grafiche più accattivanti può provare SimpleMind Pro, o MindMeister, spendendo pochi euro.

 

Conclusioni

La struttura di un sito web è un elemento troppo importante per essere trascurato. Richiede un processo di studio e analisi prima di essere implementato e pubblicato. Quando il lavoro viene svolto con la cura necessaria si gettano le fondamenta per la creazione di un progetto web di successo.

È necessario considerare sia gli utenti (che utilizzeranno il sito) sia i motori di ricerca (che lo renderanno visibile). È quindi intuitivo che questo lavoro di progettazione richieda l’esperienza di un professionista, che sa come affrontare e risolvere i problemi che si possono presentare nella creazione di un sito web aziendale.

Se vuoi ricevere tutto il supporto necessario ed affidare il tuo nuovo sito internet a Semantik puoi farlo in maniera semplice e veloce. È sufficiente utilizzare la nostra pagina contatti e richiedere un preventivo per la creazione di un nuovo sito web.

Condividi il post sui social con un click
Giovanni Villani
Giovanni Villani
Giovanni Villani

Classe 1977, nato a Pavia, sono titolare dell'agenzia Semantik. Da sempre appassionato di nuove tecnologie, aiuto le piccole medie imprese a scoprire la comunicazione digitale e le sue opportunità.
- Profilo Linkedin -

Articoli correlati

Scopri altri post interessanti su argomenti simili
marketing per psicologi
| Web Marketing

Web Marketing per psicologi

Se sei uno psicologo desideroso di creare o migliorare la tua presenza online, raggiungendo un pubblico più vasto, il web marketing è certamente la strada da seguire...
Intelligenza artificiale per il marketing aziendale
| Web Marketing

L’intelligenza artificiale ed il futuro del marketing

L'intelligenza artificiale (AI) sta avendo un impatto significativo sul marketing, e ila sua influenza è certamente destinata a crescere. Secondo un recente studio di McKinsey l’impatto più rilevante riguarderà il settore del marketing e delle vendite...